Ivano Bevilacqua

Formazione: 
Strumenti suonati: 

E' uno dei “vecchietti” del gruppo. Nell'orchestra suona i piatti, 

anche perchè è l'unica cosa, oltre al campanello della bicicletta, che sappia suonare.

Tranquillo, tollerante, mai sbaruffante ma attento e curioso di tutto quello che succede attorno.

Infatti lo potrete vedere spesso, prima e dopo i concerti, assieme alla capocrazzola Nerea, 

divenuta ormai sua complice, ad osservare gli umani  che gli stanno attorno. 

Parla spesso e parla di tutto e di più e quando inizia non è facile farlo smettere. 

Per tale motivo spesso viene incaricato di fare il portavoce dell'orchestra, 

come avvenne durante una delle tournée in Inghilterra a Manchester 

con la presentazione del gruppo al Vescovo di quella città.

Per finire, forse in preda ad un inizio di demenza senile, 

invece di dedicarsi all'osservazione dei cantieri stradali, 

ha deciso di riprendere il cognome degli avi (Vodopivec), 

passando il tempo nei vari uffici a rifare tutti i documenti con il nuovo cognome.